Pubblicità delle culle, bimbi in posizione a rischio

Fotografati in posizioni sbagliate o con oggetti nel lettino

Le pubblicità di culle e lettini per neonati troppo spesso mostrano i bebè in posizioni non sicure, o con oggetti che possono favorire il soffocamento. Lo afferma uno studio Usa pubblicato dalla rivista Pediatrics. Per lo studio sono state analizzate quasi 1800 inserzioni pubblicitarie su riviste nel 1992, 2010 e 2015. 

Nonostante notevoli miglioramenti nel tempo, sottolineano gli autori dell’università dell’Alabama, anche in anni recenti il 34% non segue le comuni linee guida, secondo cui per ridurre il rischio di morte improvvisa i bambini devono dormire sulla schiena senza nessun oggetto nel lettino, dal cuscino al paracolpi. 

Proprio la presenza di quest’ultimo è l’errore più comune, presente nel 70% delle inserzioni ‘sbagliate’, seguita dalla presenza di biancheria da letto ‘libera’, nel 56%. Il 40% delle pubblicità errate invece mostrava il bimbo che dormiva sulla pancia, un tasso che aumenta se quello raffigurato è di una minoranza etnica.

”L’impatto di queste pubblicità è uno dei fattori che continua a far usare i paracolpi o gli animaletti di peluche nei lettini – scrivono gli autori -. I genitori sono esposti molto di più alle pubblicità rispetto al tempo passato dal pediatra”.