Over 65, aumento delle diagnosi di tumore

Più della metà delle diagnosi e morti di cancro interessa 65enni

Aumentano i malati oncologici di età superiore ai 65 anni. Secondo gli esperti, il 60% delle diagnosi di cancro e 69% delle morti per cancro oggi interessano pazienti ultrasessantacinquenni. Se ne è parlato nel corso del convegno ‘New and emerging therapeutic options in geriatric oncology’ in corso a Firenze. “È facile desumere come il campo dell’oncologia geriatrica diventerà nei prossimi decenni un punto di riferimento per tutti gli oncologi”, afferma , presidente del convegno e ordinario di Oncologia medica dell’Università di Siena. “Gli over 65 – aggiunge – rappresentano oggi il 20,8% della popolazione italiana, ma questa percentuale entro il 2030 è destinata a salire fino al 26,5%”. Nel campo dell’oncologia geriatrica, è stato sottolineato dagli studiosi che hanno partecipato all’evento, “innovazione e ricerca scientifica rappresentano due concetti chiave, perché solo dal loro progredire potrà derivare l’individuazione di terapie sempre più efficaci per il singolo paziente”. Per organizzare i lavori di questo congresso il comitato scientifico ha selezionato relatori e moderatori di primo piano, la maggior parte dei quali provenienti dagli Usa.

La trattazione dei vari temi, “scelti fra i più rappresentativi per impatto sociale, incidenza e mortalità”, si snoda in otto diverse sessioni e copre sia gli aspetti della gestione clinica dei pazienti sia quella degli approcci terapeutici più innovativi.