Cure dentistiche anziani migliorano salute fisica e mentale

Perdere denti accelera il declino di capacità funzionali

Assicurare cure dentistiche agli anziani e consigliarli sulle corrette abitudini per preservare la salute della bocca, ne migliora la salute a tutto tondo. 

Questa la conclusione di uno studio pubblicato nel ‘Journal of the American Geriatrics Society’, organo della Società italiana di Geriatria, che ha messo sotto la lente di ingrandimento la relazione tra una buona salute del cavo orale e quella del resto del corpo e della mente.

Come noto, avere una buona dentatura aiuta a prevenire una serie di problemi, come la perdita di tono muscolare e la consegunte fragilità ossea dettata dall’evitare alimenti che richiedono fatica nella masticazione, come la carne. Ma non solo. I ricercatori della Tohoku University di Sendai, in Giappone, hanno esaminato i dati provenienti da oltre 62.000 persone dai 65 anni in su. I partecipanti sono stati chiamati a completare questionari con informazioni relative a quanti denti che avevano, la loro storia clinica e mentale, quante cadute avevano avuto nel corso dell’ultimo anno, il consumo di fumo e alcol, il peso corporeo, quanto fossero in grado di svolgere attività della vita quotidiana. I ricercatori hanno osservato che “la perdita dei denti è associata con il futuro declino dei capacità funzionali di livello superiore”, ovvero relative a “capacità fisiche e mentali, ma anche sociali, come le competenze per gestire le attività quotidiane in autonomia”.

Inoltre “è un importante predittore di futura insorgenza di deficit cognitivo e mortalità”.